“Storie di Clochard” in mostra ad Albano

 

Esiste un mondo nel mondo ed è quello popolato dai “barboni”, accezione negativa di una realtà costituita dai senza-tetto che, solo apparentemente, sembrano vivere una realtà diversa. Sono coloro a cui noi rivolgiamo uno sguardo fugace che, miseramente, li depaupera della loro essenza umana, tanto da farceli quasi considerare semplicemente dei soggetti da vetrina.

 

Non ci soffermiamo, quasi mai, a prendere coscienza del fatto che, invece, possano provenire da percorsi di vita diversi e che circostanze avverse, mentali o fisiche li abbiano ridotti allo status di “clochard”, terminologia migliore e dai connotati meno aggressivi.

 

Ciò che è invisibile agli occhi – Storie di clochard”, sarà il nome della mostra che verrà inaugurata ad Albano l’8 dicembre prossimo alle ore 18 presso il Complesso Madonna delle Grazie di Via Anfiteatro Romano 18.
Organizzata dall’amministrazione comunale, per il tramite dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione e Biblioteche, e in collaborazione con l’associazione Chiara per i bambini del mondo Onlus, ripercorrerà, in ogni scatto esposto, la vità invisibile dei clochard che affollano le grandi metropoli.

 

Sotto la direzione di Mario Pepe, Lhara Lobello e Sonia Quadrana, il percorso fotografico ci parlerà degli atti umanitari dei tanti volontari che si adoperano per restituire loro un sorriso,ormai spento, una chiaccherata o un pasto caldo.
Sullo sfondo dello scenario romano, si attraverseranno luoghi affollati in un perorso che va dalla Stazione Termini a San Pietro, dove la vita di turisti e viaggiatori si incrocia con quella dei senza-tetto che, per obbligo e non per scelta, hanno adibito quei luoghi, a dimora abituale.

 

<<Un mondo invisibile – dichiara l’assessore alla Pubblica Istruzione e Bibioteche Alessandra Zeppieri – un mondo che è proprio sotto i nostri occhi ma che, spesso, non vediamo. Indifferenza, paura, ostilità? Cosa ci tiene lontani da queste vite? Persone con sentimenti, con un vissuto spesso sofferto, disponibili ad accogliere ogni giorno con generosità, la stessa generosità con cui mostrano se stessi alle persone che hanno scelto di vivere questo incontro. Anche io, grazie all’Associazione Chiara per i bambini del mondo Onlus, ho potuto vedere questi volti e abbracciare i loro animi. Esperienza indimenticabile che diventa quasi un’esigenza, perché il nutrimento che si riceve da questo scambio empatico è linfa vitale. Nella consapevolezza di tutto ciò, ho creduto che la proposta di Luciano Biazzetti di allestire una mostra che parlasse di questo mondo altro, fosse un’opportunità unica per molti di noi di esperire questo incontro. Spero vivamente che queste immagini, sapientemente messe in mostra da Mario Pepe, Lhara Lobello e Sonia Quadrana, possano suscitare le stesse emozioni provate da me e far comprendere come, a volte, un piccolo gesto può cambiare la vita delle persone>>.

 

L’ingresso è libero e gratuito e la mostra, che durerà dall’8 al 17 dicembre, sarà aperta dalle dalle ore 17:00 alle ore 23:00 il sabato e la domenica e dalle ore 18:00 alle ore 22:00 gli altri giorni della settimana, con l’eccezione dei giorni 12, 13 e 14 dicembre quando, invece, alle ore 20:30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

2.211 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>