Giardinetti: scovata base di spaccio

 

“….avrei bisogno di una maglietta bianca…”  – “…vorrei una maglietta verde”. Non era nel commercio dell’abbigliamento l’attività di R.S., 28enne romano che scambiava messaggi in codice su Whatsapp per celare i suoi affari legati invece alla droga. Tenuto d’occhio da un po’ di tempo dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Romanina, convinti che fosse un pusher che riforniva la zona, sono riusciti a scovare la sua abitazione nonché  “base di spaccio”.

 

Intenzionati a mettere fine alla sua attività illecita, gli agenti hanno deciso di fargli visita per un controllo. Nella camera da letto gli investigatori hanno rinvenuto 9 involucri contenenti hashish – 86 grammi di marjuana e,  all’interno di una cassaforte non murata ed aperta 9050,00 euro in banconote di vario taglio, un bilancino di precisione e un foglio con nomi e cifre.

 

Proprio durante la perquisizione,  il giovane ha ricevuto diversi messaggi su whatsapp subito intercettati dai militari, tra cui appunto: “….avrei bisogno di una maglietta bianca…”  – “…vorrei una maglietta verde” – il primo ad indicare cocaina e il secondo marijuana.

 

Ultimati gli accertamenti e gli atti di rito per il 28enne romano sono scattate le manette e dovrà rispondere di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.