Decoro urbano? Spazio a comitati e associazioni

 

Si sente parlare spesso di decoro urbano e quasi sempre in termini dispregiativi. La qualificazione estetica e funzionale dell’habitat cittadino costituisce un bene primario per le comunità locali. In un contesto così ampio che comprende beni di interesse storico, artistico, ambientale, monumentale e architettonico, non è di secondaria importanza la cura del verde pubblico.

 

Nella consapevolezza dell’importanza, quindi, che tali aree possano costituire e rappresentare per la collettività urbana, la Regione Lazio ha indetto un bando di 850mila euro a favore di tutti cittadini e associazioni che intendono occuparsi della manutenzione di queste zone.
La distribuzione dei fondi prevede che un 50% delle risorse sia destinato a Roma Capitale.

 

BENEFICIARI: comitati di quartiere e associazioni senza fini di lucro formate da cittadini

 

RICHIESTA: il beneficiario dovrà redigere un progetto, recarsi al comune e stipulare, con quest’ultimo, una sorta di convenzione. Successivamente il comune stesso, sulla base della convenzione, o l’Ente di gestione dell’area protetta, presenterà la domanda alla Regione Lazio – Direzione regionale competente in materia di enti locali, tramite posta elettronica certificata risorseumane@regione.lazio.legalmail.it.

 

COSA PREVEDE IL PROGETTO: i requisiti richiesti sono la planimetria dell’area, gli interventi e le attività di manutenzione da svolgere, correlati di un piano economico finanziario. Costituisce una condizione imprescindibile la presentazione, mensile, di un cronoprogramma mensile.

 

CONTRIBUTO: ammonta a 20mila euro per ciascun intervento e il contributo che verrà concesso non può superare il 90% del valore economico del progetto stesso e non potrà superare l’importo di 15mila euro per le spese correnti e 5mila euro per quelle in conto capitale.

 

POLIZZA ASSICURATIVA: è ammessa la copertura di eventuali coperture assicurative per infortuni e responsabilità civile verso terzi per danni a persone o cose.

 

TEMPI E MODALITÀ DI EROGAZIONE: le domande potranno essere accolte o rigettate dalla direzione regionale entro 60 giorni dalla presentazione. In caso di accoglimento, la Regione eroga il contributo direttamente agli enti richiedenti nella misura del 90% all’atto del provvedimento di concessione, e del 10% dopo la rendicontazione finale. A loro volta gli stessi enti riverseranno i fondi ai beneficiari entro 60 giorni dall’erogazione da parte della Regione Lazio.